Venti minuti in meno seduto al giorno e starai meglio

[ad_1]

Seduto

Guerra alla sedentarietà, uno dei principali comportamenti scorretti che mettono a rischio la nostra salute. Basta poco

È sufficiente un piccolo sforzo per stare meglio. Basta stare seduti venti minuti in meno al giorno per mantenersi in buona salute e migliorare la massa muscolare. È questo il risultato di uno studio finlandese dell’Università di Jyväskylä, che è stato pubblicato sulla rivista scientifica Plos One.

La ricerca

I ricercatori hanno messo sotto osservazione 133 impiegati con figli piccoli. I volontari sono stati suddividi in due gruppi. Al primo è stata fornita una consulenza su misura per discutere strategie di riduzione del tempo trascorso seduti a lavoro o nel tempo libero. Il secondo ha svolto invece la funzione di gruppo di controllo.

I risultati

I risultati hanno evidenziato che i partecipanti stavano seduti per oltre cinque ore sul lavoro e per oltre tre nel tempo libero. Dopo la sessione di consulenza il tempo libero trascorso seduti è diminuito di 21 minuti al giorno e sono aumentate le piccole interruzioni della sedentarietà. Passato un anno, il gruppo su cui era stato fatto l’intervento di counseling manteneva ancora una media di otto minuti al giorno in meno di tempo trascorso alla sedia e nel corso del periodo di osservazione sono stati monitorati diversi parametri di salute.

Migliorati molti fattori di rischio

Ad esempio, i livelli di glucosio a digiuno, che risultavano leggermente diminuiti, e un biomarcatore correlato al rischio cardiovascolare i cui valori risultavano migliorati. Allo stesso tempo, la massa muscolare veniva mantenuta, rispetto al gruppo di controllo nel quale vi era stata una riduzione.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Solo 10 giorni di sedentarietà e il cervello “rinsecchisce”

Cuore: le donne over 65 sono più a rischio degli uomini

I 12 comportamenti che ti salveranno dal cancro

Se pensi di essere pigro, la tua salute può risentirne gravemente

Chiedi un consulto

[ad_2]

Fonte qui

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*