Dopo 21 anni di matrimonio, mia moglie mi prese da parte per chiedermi qualcosa…

La storia di quest’uomo è davvero bella ma anche molto commovente, ed ha deciso di condividerla col mondo per rendere consapevoli sul vero significato dell’amore. Un testo veramente bello.

Dopo 21 anni di matrimonio, mia moglie mi prese da parte per chiedermi qualcosa di veramente importante. Voleva che passassi il mio tempo con un’altra donna, che la portassi al cinema ed anche al ristorante. Mia moglie disse: “Ti amo tantissimi, ma voglio che trascorri del tempo con questa donna, perché so che ti ama”

Quest’altra donna era mia madre. Viveva da sola da 19 anni, dopo la morte di mio padre. Per il mio lavoro e per il grande impegno che sono i miei tre figli potevo vederla veramente poco.

Così quella stessa sera ho fatto quello che mia moglie voleva. Ho invitato mia madre al ristorante ed al cinema.

“Cosa è successo? Sei sicuro che va tutto bene?”, mi chiese mia madre.

“Ho pensato che sarebbe stata una buona idea passare del tempo insieme. Solo io e te.”, risposi io.

Mia madre, al telefono, rimase in silenzio per qualche secondo e poi disse: “Mi farebbe molto piacere!”

Il venerdì successivo sono andato a prenderla a casa. Ero un p nervoso, era passato tantissimo tempo. Lei si era fatta i capelli e indossava il vestito del suo 25esimo aniversario di matrimonio. Il suo sorriso era raggiante.

“Ho detto alle mie amiche che uscivo con mio figlio, e tutte sono rimaste colpite”, mi ha detto entrando in macchina. “Non vedo l’ora di raccontargli la nostra serata.”

Siamo andati al ristorante. Un posto non troppo elegante ma intimo. Ci siamo seduti e le ho dovuto leggere il menù, dato che riusciva a leggere solamente i caratteri più grandi. Appena ho finito di leggere le portate ho girato gli occhi ed ho visto che mi guardava con un sorriso molto nostalgico. “Quando eri piccolo ero io a leggerti i menù”, mi disse. “Allora devo restituire il favore”, risposi.

Abbiamo cenato e parlato delle nostre vite. Alla fine abbiamo parlato talmente tanto che ci siamo dimenticati di andare al cinema, ma non i è dispiaciuto molto di aver perso il film. Quando l’ho riaccompagnata a casa, mi ha detto di voler uscire di nuovo, ma solo se le promettevo che l’avrei lasciata invitare me. Io ho accettato.

“Com’è andato l’appuntamento”, mi chiese mia moglie al rietro a casa. “È andato benissimo, meglio di come avrei immaginato.”

Non sono però stato in grado di mantenere la promessa che le avevo fatto. Infatti pochi giorni dopo mia madre morì a causa di un problema cardiaco. È successo tutto così velocemente che nessuno ha potuto aiutarla.

Dopo alcune settimane ho ricevuto una busta con una copia di un conto del ristorante in cui ero stato con mia madre. Insieme alla ricevuta trovai un bigliettino con scritto: “Ho pagato questo conto in anticipo. Non ero sicura che avrei potuto esserci. Ho già pagato per due, per te e per tua moglie. Non sai quanto questa serata abbia significato per me. Ti amo tanto, figlio mio.”

Quel giorno ho capito l’importanza di dire “ti amo”, e l’importanza di trascorrere del tempo con la propria famiglia e con le persone a cui vogliamo bene. Niente è più importante dell’amore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*