UNA SIGNORA, POVERA ED IGNORANTE, FA UNA RICCA VINCITA AL LOTTO

Una signora, povera ed ignorante, fa una ricca vincita al lotto.

Decide quindi di festeggiare in un ricco albergo e si presenta alla reception urlando con arroganza: “BUONGIORNO, VOGLIO NA STANZA, LA PIU’ BELLA E LA PIU’ GRANDE CHE AVETE”.

“Signora, la prego, abbassi la voce! In che cosa le posso essere utile”dice il portiere con molta calma.

“E NON CI SIAMO CAPITI. VOGLIO NA STANZA GROSSA E BELLA” sempre in modi molto sguaiati.

Allora il portiere fa accompagnare la “signora” dal facchino. “E NO! IO TENGO I SOLDI E VOGLIO NA STANZA PIU’ GROSSA E BELLA”.

“Signora non si preoccupi, si accomodi”. “EE NNNOOO! IO TENGO E SOLDI E VOGLIO NA STANZA PIU GROSSA E BELLA”.

“Ma non si preoccupi, signora – incominciando ad arrabbiarsi- si accomodi”.

“EEEE NNNOOO! IO TENGO E SOLDI E VOGLIO NA STANZA PIU GROSSA E BELLA!”.

E il facchino, arrabbiandosi anche lui: “SIGNO’! QUESTO E’ L’ASCENSORE!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*